Canicattì: città antica
 
   Canicattì sorge ad anfiteatro su un territorio collinare, a metà strada tra Agrigento e Caltanissetta. Il nome è di origine araba, anche se la cittadina esisteva come luogo abitato sia ai tempi degli Etnici che dei Cristiani. Secondo alcuni il nome di Canicattì proviene dall’arabo Al Qattà, ma più attendibile è la derivazione da Handaq-attin, o Khandaq-at-tin, che vuol dire “fossato di argilla”.
  
   Agli Arabi succedettero i Normanni. Il territorio canicattinese ha avuto periodi di sviluppo e di ricchezza, ad esempio con la lunga baronia dei Bonanno. Il paese si è così esteso dalla parte alta di Borgalino a quella più bassa, diventata, oggi, importante centro commerciale per tutto il circondario.

   Tra i monumenti che la ornano menzioniamo: la fontana di Petrappaulo, San Diego, il Teatro Sociale (da poco restaurato e riaperto), il Santuario di Padre Gioacchino Lalomia e numerosi palazzi storici.

Indietro