Racalmuto e Sciascia
 
   Sin da quando gli Arabi vi si stabilirono, dediti all'agricoltura, Racalmuto ha attraversato secoli di storia e di alterne vicissitudini. Il paese si sviluppò come borgo attorno al Castello dei Chiaramonte, nel periodo della conquista Normanna. Il Castello è una costruzione caratteristica dell'architettura militare del periodo svevo, ed è stata dichiarata, all'inizio del novecento, monumento nazionale.
 
   Nel 1503 un avvenimento religioso scosse la vita del paese: la venuta della Madonna del Monte. Una tradizione mariana che è rimasta nel cuore dei fedeli e che ogni anno viene festeggiata.
Nel secolo scorso divenne un importante centro minerario ed ebbe un certo incremento anche l'industria del sale.
 
   Le miniere e l’ambientazione racalmutese entrano e sono parte fondante dello biografia e delle opere del proprio figlio più celebre, lo scrittore Leonardo Sciascia, che lo definì, in maniera esemplare, il “Paese della Ragione”.

Indietro